Perché imparare giocando?

Perché giocare e quali sono i vantaggi del gioco in un apprendistato?

Un’attività « libera »

Il gioco è un’attività « libera », vale a dire non produttiva. Alla fine di una partita di briscola o di un gioco di tennis de tavola, non ho fatto nulla, sono contento se ho vinto e se ho perso, non è molto serio. Tuttavia, nel corso del secolo XX, li studi psicologia cognitiva hanno iniziato a interessarsi al gioco per il suo interesse educativo nei bambini piccoli. E molti genitori hanno usato il gioco di carte con i loro figli per insegnare loro a riconoscere i numeri e iniziare a calcolare in modo divertente. Quindi, se lo scopo principale del gioco non è quello di produrre qualcosa, la sua pratica può comunque generare nel tempo conoscenza o competenze.

Un’attività non obbligatoria

Il gioco è un’attività, a differenza del lavoro, non obbligatoria. Non gioco perché devo, ma perché voglio giocare. L’insegnante vuole fare un lavoro di classe su un esercizio ritmico: se dice « Faremo esercizio n ° 2 » o se dice « Faremo un gioco », l’impatto sugli studenti sarà molto diverso. Se l’attività che segue è davvero costruita in modo divertente (segnare punti, giocare in squadra …), il lavoro svolto sarà davvero vissuto come un gioco.

 Piacere fonte di efficienza

Giochiamo per divertimento. I bamb stimati per ini adorano giocare e hanno bisogno di giocare. Il piacere rilascia neurotrasmettitori nel nostro cervello che migliorano il nostro potenziale di azione cerebrale, la nostra memoria, la nostra concentrazione, la nostra motivazione. Al contrario, essere annoiati in classe riduce le nostre prestazioni.

Il gioco è una sfida

Infine, il gioco è spesso sinonimo di sfida. Affitti il caso del giovane adolescente che passerà ore a provare una figura da skateboard. Cadrà molte volte e talvolta farà del male a se stesso, ma cercherà di ottenere una vittoria su se stesso. Ed è la motivazione per avere successo (per vincere) che supporta la sua concentrazione.

Il gioco oggi

Per diversi decenni, il gioco è apparso nella formazione continua per adulti. Questi sono giochi di strategia o giochi di ruolo, giochi di simulazione … Questi giochi hanno il vantaggio di lavorare sull’educazione comportamentale, ma in modo sdrammatizzato. Non stiamo cercando di stigmatizzare un errore, ma di analizzare e comprendere uno scenario.

Finalmente vediamo lo sviluppo di giochi cooperativi. A differenza della concorrenza in cui regna la legge dei forti, il gioco cooperativo rileva la necessità di mettere in comune le abilità di tutti per ottenere risultati. Nelle classi, questo si chiama tutoraggio. Dare la responsabilità agli studenti più forti di aiutare gli più fragili è semplicemente usare e valorizzare le abilità di alcuni per aiutare chi ha difficoltà.

Pertanto…

È da queste riflessioni che ho cercato con Solfeggioco di sviluppare uno strumento più piacevole da usare e quindi più efficace e il formato stesso del gioco di carte offre funzionalità che aumentano maggiormente questa efficienza.

No comments yet.

Laisser un commentaire

seize − 12 =